PROVATE PER VOI

DUCATI 1098

Da qualche anno sono approdato nel mondo delle due ruote, anche se il prezzo d'acquisto e' superiore rispetto alle Giapponesi ho deciso da subito l'acquisto di una moto italiana ossia DUCATI passando dal monster alla favolosa 1098.
La mia in particolarE ha subito miriadi modifiche,il giorno dell'acquisto sembravo un bambino che gli viene fatto il regalo di natale che attendeva da sempre, questo e' successo ben 2 anni fa' .
Scendendo da un monster con 80 cv e salendo sul 1098 ho sentito differenze davvero importanti , l'impostazione di guida era completamente diversa ti senti molto caricato sul anteriore quasi impacciato nella guida,questo era solo l'inizio.
La frenata mi sembrava quasi assurda avevo paura ad usare due dita per premere la leva del freno,con il passare del tempo e dei km percorsi ho iniziato ad abituarmi anche se le spie del cambio marcia non avevo quasi il coraggio di farle accendere mi capitava spesso in 2░ marcia uscire in sorpasso e trovarmi con la ruota anteriore sollevata da terra 20-30 cm bŔ non vi dico il cuore come andava a mille.
Posso sinceramente dire che la moto sono riuscito a sfruttarla almeno al 80 % dopo 5-6 mesi che ormai ero seduto sopra.
Da li in poi mi e' venuta la mania o chiamiamola anche follia di modificare la moto pezzo per pezzo un po' per gusto dell'accessorio da SBK un po' per migliorare la moto.
Sono partito dal sostituire tutte le plastiche con pezzi in carbonio parafango copri forcellone ,sotto sella ,cover chiave, cover crUscotto ecc. fin qui spese contenute poi la follia ha davvero preso piede, cerchi forgiati,leve snodate ,forcelle rifatte con kit da pista, mono posteriore ohlins,frizione antisaltellamento, scarico completo con centralina dedicata termignoni, corona pignone catena passo 520 e per finire carene per uso pista.
Il primo approccio con la pista e' avvenuto a giugno 2009 qui ho davvero capito quanto margine avevo di  miglioramento,giÓ dai primi giri quindi gomme ancora fredde ti accorgi quanto sia facile quasi un giocattolo usare questa moto,il minimo movimento di peso ti fa andare a fare pieghe che su strada nemmeno ti sogneresti di fare, riesci a fare percorrenze di curva davvero a velocitÓ sostenute il bello e' quando arrivi ad affrontare curva contro curva stretta senza neanche sforzarsi tanto sei giÓ uscito  verso il rettilineo l'agilitÓ' di questa moto e' sbalorditiva.
Il bello viene quando spalanchi l'acceleratole senti i giri motore che salgono senza quasi lasciarti il tempo di inserire la marcia successiva,il conta km sale a velocitÓ incredibile,in un corto rettilineo come franciacorta vedi sul display scritto anche 250-260 km orari, wauuuuu che sballo.
Tornando con i piedi a terra  posso sinceramente dire che non e' una moto facile di comportamenti a volte bruschi,per˛ l'adrenalina che ti trasmetto non e' paragonabile a nessun'altra moto che ho posseduto.
Su strada ti senti quasi un divo sarÓ il rumore di ranelle nel motore sarÓ la bellezza della moto ,ma vi assicuro che di gente se ne gira parecchia per vedere chi o cosa sta passando.
L'unico punto negativo e' la scomoditÓ del passeggero ci sale solo uno o una folle posizione scomoda difficile tenersi in quanto il serbatoio e' molto stretto i terminali ti scaldano le chiappe quasi da caminetto a pieno regime a dicembre, per˛ penso anche chi compra sta moto lo sa non e' moto per due, la 1098 nasce per essere domata in pista .
Posso personalmente affermare che la DUCATI ha creato un vero e proprio capolavoro grazie mamma DUCATI
 

MI RACCOMANDO LUCI ACCESE CASCO BEN ALLACCIATO E RISPETTATE  I LIMITI!!!

                                                                                                            Andrea Petoletti



 


 
 


 


Home-Page